Beppe Grillo, ma da che parte stai?

geronimo milano2di Geronimo Emili –

Caro Beppe Grillo,
lo scorso 7 decembre il tuo blog accolse un lungo post da titolo “L’indecenza delle banche” nel quale si definiva ridicola la tesi secondo la quale la lotta al contante fosse una battaglia di civiltà e anzi di sosteneva del tutto naturale utilizzare moneta sonante per pagare. Questo post mi stupì tantissimo, non tanto per la posizione avversa alla lotta al contante, posizione che risulta essere parecchio diffusa purtroppo, quanto perchè proveniva dalle pagine del tuo blog che ritenevo fosse ossessivamamente legato ai concetti di legalità, equità sociale e ambiente. Stupì non solo me ma tutti quelli con i quali mi confrontai e difatti avevamo ragione, perchè, nel leggere l’intervista oggi sul Corriere della Sera a Mauro Gallegati a firma di Roberto Bagnoli, capisco che quel post era decisamente fuori assetto rispetto la posizione generale che il M5S intende assumere. Si parla infatti di un’abolizione del contante per far emergere il nero e portare a una imposizione fiscale al massimo del 35%. Non banale!
Waroncash.org, il blog che ho creato nel 2009 e diretto da Andrea Begnini, nasce perchè sento forte la convizione che non vi sia alcuna ragione razionale per preferire il contante ai sistemi di pagamento elettronico e alle continue critiche che ricevo ogni giorno posso far solo rispondere le numerose notizie di cronaca che raccontano fatti di evasione fiscale, di corruzione e di pericolo sociale. Ogni giorno mi chiedo quante rapine ai portavalori (l’ultima oggi a Roma in pieno giorno in mezzo a passanti e turisti) ci sarebbero se fosse abolito il contante, oppure che fine farebbero le persone come De Gregorio che incassa milioni di euro cash, oppure quanta esportazione di valuta rimarrebbe se abolissimo le banconote da 500 euro.
Me lo chiedo e sarebbe interessante chiederlo anche a Beppe Scienza che si è divertito a criticare questa tesi rafforzando la propria attraverso i dati della Deutsche Bundesbank ha addirittura organizzato un convegno a difesa del contante: ovvio è una banca centrale, produce contante!
Waroncash.org ha lanciato lo scorso dicembre una petizione rivolta alle istituzioni europee per chiedere maggiore efficacia nella lotta al contante perchè riteniamo che una forte diminuzione o addirittura la sua totale eliminazione possa costribuire moltissimo a controllare i costi, riducendo corruzione, evasione ed esportazione di valuta e restituire maggiore sicurezza ed equità sociale.
Sono pronto a scommettere che illustrando in modo corretto quanti aspetti negativi sono legati al contante, si possa ripetere il sondaggio legato al post di Scienza e mi azzardo a pensare che la maggiorparte dei cittadini onest non abbia nessun problema con la privacy se in cambio si restituisce una società giusta e legale.